San Romano Martire

Largo Antonio Beltramelli, 23 - Settore Roma Nord - Tel: 06.41732407 - www.sanromano.org

Quando il Signore ha dichiarato: "In verità vi dico, uno di voi mi tradirà", ha dimostrato che penetrava la coscienza di colui che doveva tradirlo. Non ha smascherato il malfattore con rimproveri severi davanti a tutti, ma ha cercato di raggiungerlo con un avvertimento dolce e velato: così il pentimento avrebbe potuto meglio far ravvedere chi non era stato fermato da alcun impedimento. Perché, disgraziato Giuda, non approfitti di tanta bontà? Vedi, il Signore è completamente disposto a perdonare il tuo agire, Cristo non ti denuncia a nessuno, salvo a te stesso.

Né il tuo nome, né la tua persona sono indicati, ma con questa parola di verità e misericordia è toccato solo il segreto del tuo cuore. Non ti sono rifiutati né l'onore del titolo di apostolo, né la partecipazione al sacramento. Torna indietro, abbandona la tua follia e pentiti. La dolcezza t'invita, la salvezza ti incita, la Vita ti richiama. Vedi, i tuoi compagni che sono puri e senza peccato si spaventano all'annuncio del crimine e, siccome l'autore di tale male non è svelato, ognuno teme per sé. Sono caduti nella tristezza, non perché li accusi la loro coscienza, ma perché li rende inquieti l'incostanza umana: temono che ciò che ognuno conosce di sé sia meno vero di ciò che la Verità in persona vede in anticipo. E tu, in mezzo all'angoscia dei santi, abusi della pazienza del Signore, tu credi che l'audacia ti nasconda... Vedendo allora che il pensiero di Giuda restava fisso sul suo miserabile progetto, il Signore gli disse: "Quello che devi fare fallo subito". Così dicendo, non dà un ordine, lascia fare, è la parola non di un uomo che trema, ma che è pronto. Lui che tiene in suo potere tutti i tempi mostra che non cerca di ritardare il traditore, ma che entra nella volontà di suo Padre per la redenzione del mondo, senza provocare ne temere il crimine che i suoi persecutori stanno preparando.

 

San Leone Magno (? - ca 461), papa e dottore della Chiesa 
Discorso 58, 7° sulla Passione, § 3-4; SC 74 bis

Template by JoomlaShine