I DUE SARANNO UNA CARNE SOLA

Nella Bibbia, il rapporto di Dio con Israele viene illustrato mediante le metafore del fidanzamento e del matrimonio ; di conseguenza, l'idolatria è adulterio e prostituzione... L'eros di Dio per l'uomo è insieme totalmente agape. Non soltanto perché viene donato del tutto gratuitamente, senza alcun merito precedente, ma anche perché è amore che perdona... Nella Bibbia, da una parte, ci troviamo di fronte ad un'immagine strettamente metafisica di Dio : Dio è in assoluto la sorgente originaria di ogni essere ; ma questo principio creativo di tutte le cose — il Logos, la ragione primordiale — è al contempo un amante con tutta la passione di un vero amore. In questo modo l'eros è nobilitato al massimo, ma contemporaneamente così purificato da fondersi con l'agape...  La prima novità della fede biblica consiste, come abbiamo visto, nell'immagine di Dio ; la seconda, con essa essenzialmente connessa, la troviamo nell'immagine dell'uomo. 

Il racconto biblico della creazione parla della solitudine del primo uomo, Adamo, al quale Dio vuole affiancare un aiuto... L'idea che l'uomo sia in qualche modo incompleto, costituzionalmente in cammino per trovare nell'altro la parte integrante per la sua interezza, l'idea cioè che egli solo nella comunione con l'altro sesso possa diventare « completo », è senz'altro presente. E così il racconto biblico si conclude con una profezia su Adamo : « Per questo l'uomo abbandonerà suo padre e sua madre e si unirà a sua moglie e i due saranno una sola carne » (Gn 2, 24). Due sono qui gli aspetti importanti : l'eros è come radicato nella natura stessa dell'uomo ; Adamo è in ricerca e « abbandona suo padre e sua madre » per trovare la donna ; solo nel loro insieme rappresentano l'interezza dell'umanità, diventano « una sola carne ». Non meno importante è il secondo aspetto : in un orientamento fondato nella creazione, l'eros rimanda l'uomo al matrimonio, a un legame caratterizzato da unicità e definitività ; così, e solo così, si realizza la sua intima destinazione. All'immagine del Dio monoteistico corrisponde il matrimonio monogamico. Il matrimonio basato su un amore esclusivo e definitivo diventa l'icona del rapporto di Dio con il suo popolo e viceversa : il modo di amare di Dio diventa la misura dell'amore umano.

Benedetto XVI, papa dal 2005 al 2013 
Lettera enciclica "Deus caritas est", § 9-11

Joomla templates by a4joomla