testata_1.pngtestata_2.png

L'EUCARISTIA APRE LA PORTA DEL PARADISO

Se si potessero capire bene tutti i beni nascosti nella santa Comunione, ce ne sarebbero abbastanza per saziare il cuore umano. Nostro Signore ha detto: "Se chiederete qualche cosa al Padre nel mio nome, egli ve la darà" (Gv 16,23b). Mai avremmo pensato di chiedere a Dio suo Figlio. Ma ciò che l'uomo non avrebbe potuto immaginare Dio l'ha fatto. Quanto l'uomo non può dire né concepire e che non osò mai desiderare Dio, nel suo Amore, l'ha detto, l'ha pensato e l'ha messo in atto. Senza la divina Eucaristia non ci sarebbe alcuna gioia in questo mondo, la vita non si sopporterebbe. Quando riceviamo la santa Comunione, riceviamo la nostra gioia e la nostra felicità. Volendosi dare a noi nel Sacramento del suo Amore, il buon Dio ci ha dato un desiderio grande e vasto che solo Lui può soddisfare...Di fronte a questo bel Sacramento siamo come una persona che muore di sete davanti a un fiume; ed ella non avrebbe che da piegare la testa!... Come una persona che resta povera, nonostante sia vicina a un gran tesoro; non dovrebbe che stendere la mano! Se si potessero capire bene tutti i beni nascosti nella santa Comunione, ce ne sarebbero abbastanza per saziare il cuore umano.

San Giovanni Maria Vianney (1786-1859), sacerdote, curato d'Ars
Pensieri del santo Curato d'Ars

Joomla templates by a4joomla