testata_1.pngtestata_2.png

NON VI E' NULLA DI NASCOSTO CHE NON DEBBA ESSERE SVELATO

Dall'alto del cielo, Dio offre a tutti gli uomini le ricchezze della sua grazia. Lui in persona è fonte di salvezza e di luce, dalla quale scorre in eterno la misericordia e la bontà. Tuttavia non tutti gli uomini mettono a profitto la sua forza e la sua grazia per esercitare perfettamente la virtù e realizzare le sue meraviglie; lo fanno in effetti soltanto coloro che hanno messo in pratica i loro propositi e, con i fatti, hanno dimostrato il loro attaccamento a Dio, coloro che si sono completamente allontanati dal male, che aderiscono fermamente ai comandi di Dio e fissano lo sguardo dello spirito su Cristo, Sole di giustizia (Mal 3,20). 

Dall'alto del cielo, Cristo offre a coloro che combattono, il soccorso del suo braccio, e li esorta con queste parole del Vangelo: « Chi mi riconoscerà davanti agli uomini, anch'io lo riconoscerò davanti al Padre mio che è nei cieli ». In quanto servo di Dio, ognuno fra i santi riconosce Cristo in questa vita passeggera e davanti a uomini mortali. Lo fa in un breve lasso di tempo e davanti a pochi uomini, mentre il Signore nostro Gesù Cristo ... ci riconoscerà nel mondo dell'eternità, davanti a Dio suo Padre, circondato dagli angeli e dagli arcangeli e da tutte le potenze dei cieli, davanti a tutti gli uomini da Adamo fino alla fine dei secoli. Infatti tutti risorgeranno e staranno davanti al tribunale di Cristo. Allora in presenza di tutti e alla vista di tutti, egli farà conoscere, glorificherà e incoronerà coloro che avranno dimostrato la loro fede fino alla fine.

San Gregorio Palamas (1296-1359), monaco, vescovo e teologo
Omelia per la domenica di Tutti i santi; PG 151, 322-323

Joomla templates by a4joomla