testata_1.pngtestata_2.png

Fratelli, quando ci siamo recati con lo spirito a Betlemme il giorno di Natale, là dove il Verbo divino si è fatto carne, avevamo sotto gli occhi della fede il mistero insondabile del Dio incarnato per noi uomini e per la nostra salvezza. Ma questo mistero riveste allo stesso tempo la forma, a noi ben nota, della famiglia, della famiglia umana. E' infatti da quella notte dove la Vergine Maria, sposa di Giuseppe, ha messo al mondo Gesù, che si è rivelata questa famiglia che la Chiesa venera oggi con devozione.


Partendo da questa sacra famiglie di Betlemme e di Nazareth di cui Cristo, il Figlio stesso del Dio vivente, è divenuto il figlio, la Chiesa pensa oggi ad ogni famiglia del mondo; di rivolge ad ognuna e prega per ognuna. Questa festa è la Giornata della Famiglia. Come la famiglia di Nazareth è stata luogo privilegiato dell'amore, luogo particolare dove ha regnato il rispetto reciproco delle persone le une per le altre e per la loro vocazione, come ella è stata anche la prima scuola dove è stato vissuto intensamente il messaggio cristiano, così la famiglia cristiana è e deve essere una comunità d'amore e di vita, i suoi due valori fondamentali.
In questo giorno, vi invito tutti a meditare e a vivere coscientemente quanto Dio, la Chiesa, l'umanità intera attendono oggi dalla famiglia. Vi invito ad unirvi alla mia preghiera per tutte le famiglie: "Dio, 'da cui viene ogni paternità in cielo e sulla terra' (Ef 3,15), tu Padre, che sei Amore e Vita, fa' che su questa terra, per il tuo Figlio Gesù Cristo, nato da una donna, e per lo Spirito Santo, fonte di carità divina, ogni famiglia diventi un vero santuario della vita e dell'amore, per le generazioni che si rinnovano continuamente. La tua grazia orienti i pensieri e le azioni degli sposi verso il più gran bene delle loro famiglie; l'amore, rafforzato dalla grazia del sacramento, sia più forte di tutte le debolezze e le crisi. E la Chiesa possa compiere la sua missione con frutto nella e per la famiglia. 

San Giovanni Paolo II (1920-2005), papa
Omelia del 28/12/1980

Joomla templates by a4joomla